La mia Milano

hug Milano uno spazio di condivisione

hug Milano un bistrot con spazio lavoro, eventi e accoglienza bikers

Di recente ho scoperto un luogo davvero bello, si chiama hug, un community hub di rigenerazione urbana, nato nel cuore di NoLo in via Venini 83. Sapete in quale zona di Milano si trova NoLo? È a Nord di Loreto, un quartiere in pieno movimento che sta cambiando rapidamente. E proprio qui le tre creatrici di hug, Alberica, Loredana e Sara, hanno deciso di iniziare la loro avventura!

hug ha aperto il 26 Novembre 2017, è un bistrot con spazio lavoro, eventi, hospitality e accoglienza bikers, in una corte caratterizzata da porte rosse dove in passato aveva sede la fabbrica di cioccolato Grassi, abbandonata ormai da 40 anni. Le tre proprietarie sono riuscite a farsi lasciare alcune scatole di latta della vecchia fabbrica, le ho subito adorate!

hug nasce per mettere a disposizione spazi e servizi, ma anche per accogliere progetti e iniziative dall’esterno e la sua filosofia si ispira alla hygge danese. Alberica, Sara e Loredana hanno dato vita ad uno spazio polifunzionale, dove fermarsi a lavorare anche solo mezza giornata (al costo di 3 euro) o una giornata intera (5 euro). Cuore del progetto hug è proprio lo smartworking per chi ha bisogno di un punto di appoggio durante la giornata lavorativa. Dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 hug mette a disposizione una scrivania, la connessione wireless e la stampante.

Una parte per me davvero importante di hug è sicuramente il bistrot, con un menu attento al gusto e ai prodotti di prima qualità, a chilometro zero o selezionati da piccoli produttori. Un bistrot etico, come lo definiscono le proprietarie, perché nel progetto sono state coinvolte anche le cascine del milanese, alle quali tra qualche tempo organizzeranno anche delle visite in bici. Il bistrot è gestito dal giovane chef Lorenzo Buttinoni, che in cucina è aiutato da Valentino, un ragazzo rifugiato proveniente dalla Nigeria.

La colazione è servita dalle 8 alle 11, con una scelta di brioche anche vegane e senza glutine, proposte salate, yogurt e smoothies. Il pranzo ha un menu settimanale, per garantire la varietà e la stagionalità dei prodotti, con una scelta anche rivolta ai vegetariani. Il tè e la tisana del pomeriggio possono essere accompagnati da torte fatte in casa e pane con la marmellata. Poi è la volta dell’aperitivo. La cena, per ora, è servita solo il venerdì, quando il bistrot hug ospita uno chef guest diverso ogni settimana. Nel weekend è possibile provare il brunch dalle 11 alle 15 con proposte dolci e salate.

Ma veniamo a cosa ho assaggiato io a pranzo: una crema di zucchine e menta con pane croccante, sesamo nero e bianco e prapika, davvero molto buona e saporita! Per me lo chef l’ha preparata senza la mozzarella. Poi un uovo al tegamino con semi di chia e un crostone di pane con la zucca. Non ricordo neanche l’ultima volta che ho mangiato un uovo al tegamino, sono tornata bambina in un attimo! Per finire uno smoothy di kiwi, pera, mela e limone. Mi sono informata sulla possibilità di mangiare cibi senza latte e Alberica mi ha assicurato che basta farlo presente.

Hug dall’esterno non è subito visibile perché resta all’interno di un cortile, è nascosto e lo dovete andare a cercare, ma non vi deluderà. L’interno è curato nei dettagli con una predilezione per le tinte chiare e materiali naturali, mi sono sentita subito accolta. Ci sono anche delle poltroncine di velluto rosso che le proprietarie hanno recuperato dal cinema Maestoso quando è stato smantellato.

In primavera aprirà anche l’ostello, composto da 12 posti letto singoli e due posti per bambini, suddivisi in due camerate da 6. L’ostello è pensato per accogliere viaggiatori, appassionati di bici (all’interno del cortile è disponibile un parcheggio per le bici) e tutte le persone che vogliono scoprire Milano con gli occhi di chi ci vive. La bicicletta ha avuto un ruolo fondamentale nella progettazione di hug perché Alberica, Loredana e Sara sono unite anche dalla passione per le due ruote. All’interno potete trovare anche un corner officina con tutti gli strumenti per intervenire sulla vostra bicicletta e ogni mercoledì hug organizza il Cicloaperitivo, che unisce gli appassionati delle due ruote per programmare itinerari. Periodicamente, grazie a Wonder Ride, vengono organizzati tour e pedalate sia in città sia fuori, alla scoperta di quartieri e luoghi meno conosciuti.

Ma hug ospita anche diversi eventi, quali laboratori creativi per adulti e bambini, performance teatrali e musicali, presentazioni di libri, conferenze e letture. Molti gli appuntamenti gratuiti ai quali potete partecipare, basta presentare la hug Card (5 euro all’anno).

A me è subito piaciuto per l’atmosfera casalinga e calda, per il cibo e per l’attenzione alla persona, all’ambiente e a Milano. Vi consiglio di passare, anche solo per una colazione o una merenda, vi verrà voglia di tornare!

DOVE

hug

Via Venini, 83 – Milano

www.hugmilano.com

mm
Adoro scoprire nuovi luoghi e sapori, amo viaggiare, sperimentare e fotografare. Questo è il mio blog di cibi senza latte, viaggi e posti dove mangiare nella mia Milano.

Lascia un commento