La mia Milano

Sushi al ritmo di samba al Berimbau

Ristorante dove gustare l'incontro tra le cucine brasiliana e giapponese

Se vi dicessi sushi samba a cosa pensereste? Io non sapevo molto della cucina fusion giapponese brasiliana, ma dopo averla provata al Berimbau, in via Marghera 43 ho deciso che mi piace molto!

Il sushi brasiliano, ribattezzato al Berimbau, sushi samba è l’incontro tra il cibo brasiliano e quello giapponese, che da vita a un menù fusion che si amalgama molto bene nei sapori, nei colori e nei profumi. Io ho assaggiato sia il sushi leggermente rivisitato sia la carne tipica della tradizione culinaria del Brasile, tutto naturalmente senza latte.

In un’atmosfera esotica, vivace ed elegante, che ricorda un po’ la foresta amazzonica per le pareti colorate, ho gustato teste di porcini con tartare di gamberi di Mazara del Vallo (i gamberi si scioglievano in bocca), sashimi special di salmone, tonno, ricciola, gamberi e ostriche. Io non amo molto le ostriche ma le ho provate lo stesso perché facevano parte del piatto e nel complesso devo dire che mi sono piaciute.

Gli uramaki bacalhau con il baccalà in tempura, avocado, tobiko, maionese e salsa teriyaki sono molto buoni e delicati, ma gli uramaki tropical tonno sono diventati ufficialmente il mio piatto preferito del Berimbau. Sono degli uramaki con tonno e avocado con sopra una riduzione di mango, che io amo particolarmente. Il sapore dolce e fresco del mango si fonde benissimo con il gusto più forte e deciso del tonno.

Mi ha stupito il sapore della tartare di carne picanha e yogurt di senape. Lo yogurt è fatto solo con la senape e un goccio di salsa di soia, lo chiamano yogurt per comodità. Poi ho assaggiato il churrasco, una selezione di carni cotte allo spiedo e alla griglia servite infilzate su spade, accompagnate da contorni tipici brasiliani, quali la feijoada (zuppa di fagioli neri), riso bianco, peperoni e patate.

Devo dire che la parte del menù che più mi è piaciuta è stata quella del sushi, molto leggera, saporita e colorata. Sarà che adoro il sushi e assaggiarlo rivisitato in questa chiave carioca mi è proprio piaciuto.

Purtroppo non ho potuto assaggiare i dolci preparati dal pastry chef Nicolò Moschella, che dicono essere favolosi e devo dire che avevano un aspetto splendido, ma mi sono lasciata confortare dall’ananas che al Berimbau servono caldo, provatelo!

DOVE

Berimbau

Via Marghera, 43 – 20149 Milano

www.berimba.it

 

mm
Adoro scoprire nuovi luoghi e sapori, amo viaggiare, sperimentare e fotografare. Questo è il mio blog di cibi senza latte, viaggi e posti dove mangiare nella mia Milano.

Lascia un commento