La mia Milano

Flower Burger per ritrovare il colore nei piatti

Dove mangiare hambuger vegani, quindi senza latte

In una domenica di sole, raro in questo Aprile un po’ pazzerello, con degli amici abbiamo deciso di fare una passeggiata per Milano in zona Porta Venezia per poi arrivare fino ai Giardini Montanelli. Dopo un po’ però la fame si è fatta sentire, ci siamo quindi fermati al Flower Burger del quale avevamo sentito parlare da un po’. È un’hamburgheria vegana, anzi più correttamente una veganburgeria, nata nel 2015 a Milano e ora presente anche a Monza, Torino e Roma, dove poter assaggiare burger particolari, gustosi e colorati, un punto di incontro tra l’hamburger e la cucina vegana, quindi senza latte!
Appena siamo entrati nel minuscolo locale, è contenuto infatti in un’unica vetrina con posti a sedere limitati, ci siamo sentiti subito un po’ in vacanza tra fiori dipinti sul soffitto, colori sgargianti e un’atmosfera rilassata e amichevole. Abbiamo ordinato un Flower Burger, fatto con pane nero al carbone vegetale, burger di seitan, insalata, germogli di soia, pomodoro confit, flower cheddar (formaggio vegano) e salsa di peperoni. Poi un Seitano, con pane alla curcuma, burger di seitan, tartare di cipolla di Tropea, insalata, germogli di soia, pomodoro confit e salsa di olive.


Io invece mi sono fatta tentare dal Cherry Bomb Burger in edizione limitata. Ammetto di essere stata subito attratta dal colore del pane: rosa ciliegia! E, nonostante qualcuno fosse un po’ scettico a causa del colore fluo, era davvero buono: pane color magenta (come c’è scritto sul menù, ma per me resta ciliegia, visto anche che sono proprio questi frutti a dargli quel colore meraviglioso!), burger di lenticchie, flower cheddar, salsa Rocktail, germogli di soia, insalata, pomodori confit. Una soddisfazione per palato e vista!


I burger vengono serviti in piccole cassette di legno, tutti accompagnati da patate al forno profumate alla paprika. Si paga al bancone e ci si siede ad aspettare il proprio turno. I piatti escono dalla cucina che è dietro a una tenda colorata anni ’70. Le pareti del Flower Burger sono dipinte con grafiche colorate e psichedeliche che ricordano Yellow Submarine dei Beatles, mescolate con arredi in legno naturale e ferro smaltato.


Mentre eravamo seduti al tavolo, ho potuto vedere la quantità di persone che è entrata per mangiare. Purtroppo il locale è davvero piccolo e non è possibile prenotare, ma molte delle persone che non hanno trovato posto hanno preso il take-away e sono andate a mangiare al parco.
Alla fine del pranzo ero talmente piena che non ho provato il dolce, lo so che per il dolce c’è sempre posto, ma rimedierò presto, perché il Flower Cream appena uscito mi ispira molto!

DOVE

Flower Burger

Viale Vittorio Veneto, 10 – 20124 Milano

http://www.flowerburger.it/

mm
Adoro scoprire nuovi luoghi e sapori, amo viaggiare, sperimentare e fotografare. Questo è il mio blog di cibi senza latte, viaggi e posti dove mangiare nella mia Milano.

Lascia un commento